Storie

Daniele e il suo bagaglio pieno di speranza | Sport for All

Daniele è finalmente felice!

Daniele ha 13 anni e da oltre due anni convive con l’epilessia. È un ragazzo molto sensibile, responsabile che ama la tecnologia. Nelle sue parole c’è tutto il carico di questa nuova “cosa strana” che gli accade ogni tanto, c’è la paura della socialità perché, poter star male davanti agli altri diventa ragione di derisione.

Però, Daniele è felice quando può giocare a calcio.

Ha sperimentato per la prima volta la bellezza del gioco di squadra grazie a “Sport for All”, progetto nato dalla collaborazione tra Fondazione Milan e Fondazione Èbbene presso il Polo Educativo Spazio47.

«È emozionante trovarsi ad esultare insieme ai miei compagni, dopo un goal tirato in porta. Da quando gioco a calcio mi sento forte nonostante le cure e la paura di stare male». San Cristoforo è un quartiere che non dà spazio ai ragazzi come Daniele, ma “Sport for All” non solo ha aperto a Daniele la possibilità del gioco di gruppo ma ha abbattuto il muro della “paura del diverso” per i suoi compagni. Nel quartiere si sapeva chi era Daniele… e si vociferava di questa strana malattia.

«Mio figlio finalmente è felice, sorride, progetta il suo futuro, ha deciso di iscriversi alle scuole superiori e studiare informatica, ci racconta mamma Gisella. Daniele è un ragazzo che grazie al calcio ha imparato a credere in sé stesso e nelle sue potenzialità. Un cambiamento che ci riempie il cuore di gioia».

Il calcio può davvero cambiarti la vita, ripete più volte il ragazzo sorridendo. «È un’attività che educa a vivere, a rispettare gli altri e guardare al futuro con una marcia in più, quella che molti di noi non hanno la possibilità di sperimentare». Daniele si sente fortunato perché in quel quartiere dove si tende ad emarginare i sognatori, lui può immaginare e costruire il futuro che ha sempre desiderato!

Grazie al progetto “Sport for All” potrai contribuire e aiutare tanti giovani come Daniele a praticare sport.