21-22

Racconti dal camp di Amatrice | Sport for Change

Testimonianze di alcuni beneficiari

Antonio, 8 anni

“Ciao sono Antonio e vivo ad Amatrice. Ho partecipato a tutti i campus di sport4restart. Nel campus ci divertiamo e mi insegnano nuove cose. Ho la possibilità di imparare cose che non avevo mai sperimentato e che ci aiutano a diventare più forti. Questo campus rimarrà per sempre nel mio cuore. Quando sono con loro sono felice e sento di poter essere libero. Posso giocare con i miei amici e stare insieme è la cosa più bella del mondo. Da grande vorrei fare il calciatore e sarà anche grazie a questo campus, che mi aiuterà a capire quale ruolo mi riesce meglio.”.

Samuele, 15 anni

“Ciao, sono Samuele e vivo ad Amatrice. La mia infanzia l’ho trascorsa ad Amatrice dove tuttora vivo. Gioco a calcio nella ASD Amatrice da 10 anni. Nel 2018 abbiamo avuto la fortuna di conoscere i ragazzi di sport4restart che ci hanno aiutato molto a crescere nell’ambito calcistico ma non solo. Io fino a qualche mese fa sono stato un allievo e mi hanno motivato a migliorare il mio potenziale. Ora, insieme agli istruttori di sport4restart trasmetto a bambini e ragazzi ciò che ho appreso io in precedenza, cercando di farli divertire. Ho un piccolo sogno nel cassetto, è quello di diventare calciatore. È ovvio però che nella vita devo fare dei sacrifici, pormi degli obiettivi e fare dei percorsi. Ho iniziato proprio da qui. In questi anni abbiamo imparato che anche i grandi campioni dello sport hanno momenti di difficoltà, ma che ognuno di noi ha dentro di sé la forza necessaria per superarli.”

Emanuele, 6 anni

“Ciao sono Emanuele e sono di Amatrice. In questo campus ho imparato tante cose, il calcio e che quando si è in difficoltà si può contare sui compagni di squadra. Da grande voglio fare il calciatore e spero che questo progetto non finisca mai”.

Giulia, 16 anni

“Ciao, sono Giulia, ho 16 anni e abito ad Amatrice. Amo il calcio, è il mio sport preferito, ho iniziato a giocare con l’Amatrice qualche anno fa che però aveva solo la categoria maschile, quest’anno ho cambiato, ora sono con l’Ascoli femminile e mi trovo molto bene. Ho partecipato a tutti i campus sport4restart che si sono svolti qui ad Amatrice, prima come allieva poi come istruttrice e in entrambi i casi mi sono divertita tantissimo. Nell’ultimo campus ero io per la prima volta a gestire un po’ gli allenamenti dei bambini, è stata un’esperienza indimenticabile, vederli divertire e credere in ciò che fanno mi faceva stare bene… poi tornavo a casa, mangiavo, e dopo 1 ora ero in campo ad allenarmi con i ragazzi della mia età, non so descrivere quello che provavo in quei momenti , so solo che stavo lì e che non volevo essere da nessun’altra parte. Mi piacerebbe, un giorno, riuscire a diventare qualcuno nel mondo nel calcio, è il mio sogno, mi sto impegnando e mi impegnerò al massimo per riuscirci. Ringrazio tutti coloro che costantemente, da ormai qualche anno a questa parte, tornano ad amatrice per farci passare delle giornate diverse dal solito, dominate dal divertimento, ma soprattutto da una crescita personale, che nel tempo ho avvertito. Riescono ogni volta a farci dimenticare tutto il resto e dedicarci a quello a cui teniamo di più, lo sport, e forse questa è la cosa più importante in questo momento.”