Sport for All

In collaborazione con Milan Junior Camp, che ha l’obiettivo di integrare nei camp estivi bambini e ragazzi con disabilità. Un’occasione unica per giocare insieme. E crescere insieme.

IL PROGETTO

L’iniziativa ha lo scopo di favorire l’inclusione sociale attraverso lo sport grazie all’integrazione di bambini diversamente abili e in difficoltà durante i Milan Junior Camp – le vacanze estive promosse dall’AC Milan – insieme ad altri bimbi normodotati. La diversità diventa un valore e un’occasione di crescita per tutti i ragazzi coinvolti, le loro famiglie e lo staff tecnico/organizzativo. Si tratta di un’iniziativa giunta alla quarta edizione e nata dalla collaborazione tra Fondazione Milan e Milan Junior. Lavoriamo sia con i gestori dei camp sia con le associazioni che si occupano di disabilità e che fanno da tramite con i ragazzi e le loro famiglie. Il progetto pone il calcio in generale e l’esperienza del camp in particolare, come strumento di integrazione per rispondere a diversi tipi di difficoltà: disabilità fisica, disagio psichico e disagio sociale. Per l’estate 2016 sono stati individuati quattro interventi specifici: – Milan City Camp di Milano, realizzato presso il centro sportivo Cimiano in collaborazione con AITA Onlus: per il quarto anno consecutivo, un gruppo di dieci bambini affetti da disturbo dello spettro autistico frequentano tre settimane di camp. I ragazzi del progetto, oltre che dagli allenatori, sono seguiti dai tutor di AITA, psicologi o psicopedagogisti con un rapporto di 1:1/1:2 e supervisionati da medici specialisti in Neuropsichiatria Infantile che afferiscono a strutture sanitarie nazionali. La presenza e collaborazione di tutor specializzati e di allenatori qualificati garantisce una risposta adeguata e professionale agli specifici bisogni dei ragazzi, favorisce l’integrazione e ottimizza l’impatto sulle famiglie le quali potranno percepire un maggiore benessere, con la consapevolezza di aver trovato uno spazio competente ed adeguato, dove far vivere ai loro figli delle ore di gioco e serenità. – Milan Junior Camp Lignano Sabbiadoro, realizzato in collaborazione con BRIANTEA84: undici ragazzi con disabilità intellettiva di frequentano il camp dal 31 luglio al 6 agosto. Briantea84 A.S.D. promuove attività sportiva per persone con disabilità, in particolare rivolgendosi ai giovani. – Milan Junior Camp Brallo di Pergola (PV), realizzato in collaborazione con Special Olympics e rivolto a ragazzi con disabilità intellettiva relazionale. Il camp si svolgerà dal 31 luglio al 6 agosto . – Special Soccer Camp Napoli, realizzato presso in collaborazione con SSD Europa di Napoli e AITA Onlus rivolto a quindici ragazzi affetti da disturbo dello spettro autistico. Il camp si svolgerà per tutto il mese di luglio.

IL CONTESTO

Nel nostro Paese si contano 85 mila alunni con disabilità nella scuola primaria (3,0% del totale degli alunni) e circa 65mila nella scuola secondaria di primo grado (il 3,8% del totale); ma il numero di questi ragazzi impegnati in una qualche attività sportiva è drammaticamente basso. Mancano le strutture adeguate e spesso i tecnici non sono formati per gestire le differenti problematiche. Ancora più grave è la scarsa informazione sui servizi presenti sul territorio e la scarsa coscienza della funzione riabilitativa ed educativa della pratica sportiva nella cura delle patologie, addirittura molti pensano che alcuni sport possano essere pericolosi per la salute. Questi fattori, insieme alle limitate disponibilità economiche delle famiglie, spesso allontanano i bambini diversamente abili dallo sport privandoli, tra le altre cose, di un’esperienza di crescita e di socializzazione, aumentando il rischio di isolamento.