Sport for All

Sport Esclusivamente per tutti – Stagione 2016/2017

Riprende anche quest’anno il progetto che integra ragazzi con e senza disabilità attraverso lo sport.

IL PROGETTO

Sport esclusivamente per tutti nasce con l’obiettivo di proporre attività sportive inclusive dove interagiscono ragazzi con e senza disabilità. Si tratta di un percorso motorio e sportivo che vuole adattare la specifica disciplina alle capacità, alle potenzialità di ogni persona e di ogni gruppo; che vuole permettere processi di confronto tra pari; che vuole esaltare il livello esperienziale, non specialistico, del movimento e dello sport in modo da far diventare il movimento e lo sport una parte fondamentale e significativa della vita di ogni essere umano.

Il progetto si articola in due macro azioni.

Da ottobre 2016 a giugno 2017 sono stati attivati programmi motori-sportivi che sono stati ampliati con tre nuove discipline rispetto all’anno scorso. Infatti oltre a Indoor Rowing, Danza, Basket e Calcio a 5 si sono aggiunte l’Atletica Leggera, la Pallavolo e il Karate. La cadenza degli incontri per ciascuno sport è stata settimanale; ogni incontro ha avuto la durata di un’ora, per un totale di 228 ore in 8 mesi di attività.

 

Dopo l’esperienza positiva dello scorso anno, a luglio 2017 riparte il campus estivo che è strutturato in attività sportive e laboratori ludico-ricreativi.

Due sono gli obiettivi che il progetto di prefissa di soddisfare:

  • obiettivi fisici: sviluppo capacità condizionali,incremento delle capacità coordinative, acquisizione di nuove abilità motorie.
  • obiettivi educativi contenuti nelle attività laboratoriali, sportive e di gioco proposte sono volti a stimolare la creatività e la libera espressione, a potenziare l’autonomia personale, le abilità motorie e l’autostima, ad aumentare il senso di responsabilità e di rispetto degli altri, delle cose e dell’ambiente che circondano ogni singolo bambino, valorizzando l’unicità di ciascuno.

BENEFICIARI

I protagonisti sono stati 51 bambini e ragazzi tra i quali 35 maschi e 16 femmine dai 4 ai 30 anni: 28 con disabilità cognitiva, 2 con disabilità fisica, 2 con disabilità cognitiva e motoria e 19 normotipici. I 51 atleti risiedono prevalentemente nella zona 5 di Milano, nel Comune di Rozzano e comuni limitrofi. Si tratta di un’area nota per la condizione difficile che interessa molte famiglie che vi abitano. Il coinvolgimento dei ragazzi in attività sportive i cui scopi toccano anche l’ambito educativo e sociale, garantisce benefici indiretti alle stesse famiglie e un aiuto, un sostegno concreto alla attività educativa nei confronti dei propri figli.

PARTNER DI PROGETTO

Il progetto è realizzato in collaborazione con Fondazione don Gnocchi

. La Fondazione, da oltre 60 anni, si occupa della cura di disabilità e anziani, di riabilitazione, formazione e ricerca scientifica.

Il progetto si avvale, inoltre, del supporto operativo di
: Special Olympics è un programma internazionale di allenamento sportivo e competizioni atletiche per ragazzi e adulti con disabilità intellettiva. Particolarmente significativa è l’attività di promozione dei programmi di sport unificato (attività motoria e sportiva fatta insieme da persone con disabilità intellettiva e persone non disabili).