Sport for Change

Helping Project Playground to accompany the growth of children in the slums of Cape Town, through sport.

THE PROJECT

Project Playground is a non-profit organisation that operates in South Africa.The goal of the project is to consolidate the presence of the organisation in the slums of Cape Town through the means of sport. Sport, especially team based sports, is seen as a fundamental element for young children and a way to make them grow as individuals. Almost 100 children are involved in the project and Adidas South Africa are driving the project forward.

METODOLOGIA

Il lavoro di Sport for Change Vimodrone si articola in 2 appuntamenti a settimana gestiti da un tecnico, un educatore professionale ed uno psicologo. Il tecnico gestisce l’attività sportiva , organizzando il lavoro, in collaborazione con l’educatore, per tener conto degli aspetti educativi presenti all’interno di ogni singolo gioco o esercitazione.
L’educatore affianca il tecnico nella gestione delle dinamiche di gruppo e nella relazione con i singoli ragazzi; lo psicologo svolge una funzione di supervisione e approfondisce la conoscenza dei ragazzi attraverso momenti individualizzati, offrendo anche uno spazio di ascolto e orientamento per i genitori.

Oltre alle attività sportive il percorso si arricchisce di laboratori educativi, proposti in base agli interessi e ai bisogni del gruppo, con l’obiettivo di rafforzare l’autonomia individuale, permettere a ciascun ragazzo di esprimere le proprie potenzialità e prepararsi al re-inserirmento sociale e lavorativo.

BENEFICIARI

Il progetto si rivolge a 23 ragazzi tra i 16 e 18 anni, di 7 nazionalità diverse: Italia, Egitto, Marocco, Albania, Cina, Tunisia e Libano.

Le situazioni sono eterogee: 6 si trovano in misura cautelare in attesa di giudizio, 5 sono in regime di messa alla prova, 8 sono minori stranieri non accompagnati, 2 vivono in una residenza per l’autonomia.

Tutti hanno bisogno di una guida per ricostruire il proprio percorso di crescita e indipendenza, ripartendo da un giusto binario.

RETE TERRITORIALE

Il progetto si avvale della collaborazione dell’associazione Kayros e della Fondazione Adecco per le pari opportunità.