Sport for Change Gratosoglio, un nuovo presidio nel territorio di Milano

Nel nuovo presidio, situazioni e vissuti diversi rendono le attività di Fondazione Milan un'occasione di grande crescita per tutti

La presenza di Fondazione Milan nel territorio di Milano si arricchisce con un nuovo presidio, a Gratosoglio, una zona nella quale vivono molte persone con disagi sociali, spesso legati a importanti situazioni di povertà, il che porta ad un aumento del rischio di dispersione scolastica. Inoltre nell'area vivono molte famiglie che arrivano da importanti percorsi migratori e che faticano ad inserirsi nella comunità.

L'intervento del progetto Sport for Change si articola in 2 appuntamenti a settimana, presso il Centro Sportivo Vismara, la casa del Settore Giovanile del Milan. Questi incontri sono gestiti da un tecnico, che organizza il lavoro sul campo a seconda delle competenze e delle capacità dei ragazzi coinvolti, un educatore professionale, che affianca il tecnico nella gestione delle dinamiche di gruppo e nella relazione con i singoli ragazzi e uno psicologo, che svolge una funzione di supervisione e approfondisce la conoscenza dei ragazzi attraverso momenti individualizzati, offrendo anche uno spazio di ascolto e orientamento per i genitori.

Sono previsti anche laboratori artistici e ludici, proposti in base agli interessi e ai bisogni del gruppo, con l'obiettivo di rafforzare l’autonomia e permettere a ciascun ragazzo di esprimere le proprie capacità e potenzialità.

I beneficiari diretti sono 10 ragazzi, maschi, tra i 12 e i 16 anni, provenienti da Sri Lanka, Egitto, Italia, Repubblica Dominicana e El Salvador. Alla ricchezza culturale, si aggiunge una ricchezza di situazioni e vissuti diversi che rende il lavoro di squadra per certi versi più complesso, ma soprattutto un'occasione di grande crescita per tutti.

E dopo un mese di attività, si vedono già i primi significativi risultati, come racconta Giorgio, educatore di Sport for Change: “Ogni settimana cerchiamo di dare ai ragazzi un ambiente divertente nel quale sentirsi accolti e ascoltati. Più che imporre delle regole le condividiamo con loro, affinché siano realmente consapevoli del significato di una regola e quindi siano più propensi a rispettarla. Si vedono già i primi risultati: dopo neppure un mese di attività, i ragazzi sono riusciti a gestire in autonomia un riscaldamento iniziale, collaborando fra di loro. Questo, per lo staff di lavoro, credo sia un piccolo ma importante risultato. Andiamo avanti a giocare con loro!”

Selezionate per te

Sport for Change Napoli: parte il laboratorio di informatica

Per i giovani è fondamentale l'utilizzo consapevole delle nuove tecnologie

Giovani cuochi crescono a Bernareggio!

Parte ufficialmente il laboratorio di Cucina per i ragazzi di Bernareggio

Una nuova opportunità a Bollate: il laboratorio di pasticceria

I ragazzi del presidio Sport for Change di Bollate sono pronti a cimentarsi con la pasticceria